Finalmente ITALIA-VIRTUALE

inaugurazionelibriamo01

E’ passato un mese, e la nuova Associazione Italia Virtuale ha finalmente preso forma. Grazie al lavoro di un gruppo di impavidi, sono state fissate, nero su bianco, la Dichiarazione di Intenti, Lo Statuto, il Programma e la Struttura Organizzativa. E’ stato un lavoro complesso e coinvolgente, con serate di discussioni accese, con un dibattito e un confronto serrato, un continuo misurasi sulle idee e sui propositi (che non ha mancato di lasciare per strada qualcuno) e con posizioni personali espresse con vigore, ma che sono anche state capaci di arrivare ad un punto di incontro, a volte ad un compromesso, ad un punto di equilibrio. Il risultato è un capolavoro, non era mai successo prima nel Metaverso italiano. Non tanto nei contenuti che abbiamo descritto, ma nel metodo, e nelle conclusioni comuni a cui siamo arrivati. Le regole e il programma si potranno migliorare nel tempo, ma quello che queste persone hanno costruito in questo mese, lascia alle spalle anni e anni di polemiche e di fallimenti della Second Life italiana. Si è costruito un gruppo affiatato, e un metodo di lavoro, che ha portato al risultato che abbiamo pubblicato nel gruppo pubblico in Facebook, e a cui vi invitiamo ad aderire (grazie ancora al nostro team di Comunicazione!).

Snapshot_Album_Pathfinder_003

D’ora in avanti le porte dell’ Associazione Italia Virtuale si apriranno, mettendo a disposizione di tutti i residenti il lavoro, il metodo, e il Gruppo di Lavoro che abbiamo costituito in questo mese. Si passerà quindi alla fase operativa, di accoglienza dei nuovi Soci, a partire dall’evento pubblico di presentazione che si terrà nella land di Oltranza il giorno primo marzo, e a cui vi invitiamo a partecipare compatti, sperando di non far crashare la land per l’affluenza.

Non vogliatecene, se abbiamo instituito una procedura di ingresso al Gruppo che richiede la presentazione da parte di tre “Soci Garanti”. Una cosa è aderire ad un gruppo pubblico, su Facebook, altra cosa è far parte integrante dell’Associazione in qualità di Socio a tutti gli effetti, e con potere di voto. E non stupitevi neanche della quota, veramente minima, di 300 L$ mensili di adesione, perché servirà, oltre che a finanziare la land dell’Associazione (minuscola, ma indispensabile come punto di riferimento per tutti), anche per identificare un socio pienamente “attivo”. Vogliamo quindi accogliere, in tal modo, tutti quelli che siano motivati e disponibili a darci una mano in questo ambizioso progetto. Quelli che non ci stanno, potranno decidere di seguirci “da lontano” in Facebook, o di non seguirci affatto. Ognuno farà le sue scelte. L’adesione come Socio non comporterà vincoli di sorta, per le attività personali che si continueranno a portare avanti, come Owner di land (a cui facciamo appello per aderire in massa), come singoli erogatori di servizi in-world (singers, artisti, fotografi, docenti, ecc.) o semplicemente come singoli individui. L’ Associazione Italia Virtuale sarà un valore aggiunto, un qualcosa “in più”, non un qualcosa in meno.

Daremo supporto a tutti quelli che lo vorranno, in termini di informazione, di raccordo e coordinamento, di aiuto pratico e di accoglienza, in tutti i casi in cui ci verrà richiesto. Cercheremo di integrare diverse realtà italiane, verso una proposta comune dell’insieme della Comunità, che sia riconoscibile, e qualificata, anche all’estero, e all’esterno in altri Mondi Virtuali, o in scambi ancora più ampi con altre realtà in un prossimo futuro. Cercheremo di unire piuttosto che dividere, di aiutare piuttosto che ostacolare. Di costruire progetti, proposte, nuove iniziative, nuovi progetti innovativi. E’ un progetto altamente ambizioso, che non può certamente riuscire con il contributo dei soli soliti “quattro amici al bar”, ma con il contributo di una parte ampia della Comunità virtuale italiana, che finalmente riconosce le sue potenzialità nell’unirsi, e si rimette in cammino.

Snapshot_Album_Viaggio 06 Siena

Se ci riusciremo, se ne saremo tutti capaci, ancora non lo sappiamo, dipenderà soprattutto da quelli che entreranno nell’Associazione, e costruiranno con noi qualcosa di utile allo sviluppo del Metaverso. Abbiamo sempre detto che non è la tecnologia, e che non sono le piattaforme tecnologiche o il software a costruire una comunità. Sono gli uomini e le donne che la compongono, con le loro idee e il loro impegno, ovunque siano residenti e dovunque siano, in Second Life o in Sansar o in Open Sim o su Marte!

Quello che riusciremo a fare non è ancora scritto, lo costruiremo insieme, poco alla volta, ma senza fermarci mai. Ci siamo dati programmi e regole, per darci basi di partenza, e per proteggere l’Associazione dai disfattismi, dagli ostacoli, da quanti ci hanno messo, e ci metteranno ancora, i bastoni tra le ruote, dal pessimismo e dallo scetticismo imperante. Noi non ci fermeremo mai, non ci distoglieranno, e non perderemo mai l’entusiasmo, fino a che questa comunità non avrà preso forma, e acquistato credibilità, e senso della missione per il futuro. A quel punto, anche il mio contributo personale potrà dirsi esaurito, mentre il progetto continuerà a marciare, a beneficio di quelli che lo porteranno avanti. Un caro saluto a tutti.

Rispondi